PURCIDUZZI E CARTIDDATE

Cibo1-002

Domenica ho organizzato un mini parti natalizio con le mie nuove amiche e non potevo non proporre cartiddate e purcidduzzi, dolci di Natale tipici della mia regione (Puglia).

E´stata la prima volta che li ho fatti e sono usciti bellissimi e buonissimi!

Tempo: 3 ore
Difficoltà: Media per la cartiddate, Facile per i purcidduzzi

 
Ingredienti:
750 gr farina
150 gr olio extra vergine

400 g
1 pizzico di sale
2 cucchiai di zucchero
3/4 bustina di lievito per dolci
25 cl vino bianco

scorsa grattugiata di un´arancia

olio per friggere

per guarnire:
800 gr di miele d´acacia 
cadette colorate

 

Cuciniamo:

 

Nella ciotola della planetaria versate tutti gli ingredienti e meta´del vino. Iniziate a farla andare con il gancio a foglia. Continuate a versare il vino fino a quando toccando la pasta non la sentirete morbida (non deve essere ne´troppo dura ne´troppo molle). Io ho utilizzato esattamente tutta la bottiglietta piccola di vino che avevo comprato.

A questo punto con 3/4 dell´impasto iniziate a fare i purcidduzzi e con il resto le cartiddate.

Per i purciduzzi tagliate un pezzetto di pasta e fate dei rotoloni abbastanza sottili e poi iniziate a tagliarli con un coltello (la pallina sara´circa di 1 cm per 0,5 cm). Procedete fino ad esaurimento della pasta dedicata a questa prelibatezza.

Per le cartiddate la storia si complica un pochino. Stendete la pasta con la nonna papera fino ad arrivare al penultimo gancio (la sfoglia deve risultare abbastanza sottile). Se non avete la macchina per stendere la pasta potete usare il matterello.

Ottenute le sfoglie tagliate delle strisce 4 cm x 30 cm con una rotella dentellata. Pizzicate la pasta con le dita a distanza di qualche centimetro ed arrotolatela su se stessa formando delle roselline. Attaccate bene le parti finali che altrimenti si apriranno durante la frittura.

Scaldate una padella con abbondante olio e friggete gradualmente purcidduzzi e cartiddate. Lasciateli scolare per bene su carta assorbente.

Riscaldate il miele in un pentolino e spargetelo su entrambi. Mentre i purcidduzzi potete girarli con un cucchiaio per farli tutti ben coprire dal miele, dovete far attenzione con le cartiddatete che possono invece rompersi facilmente. Decorate infine con delle cadette colorate.

Non vi dico che bontà´…. uno tira l´altro…. ma devono resistere fino a domenica per cui devo per forza controllarmi.

Si conservano per diverse settimane.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Vanillekipferl                               Biscotti tirolesi                    Cannoli alla crema

Cibo1-001   DSC06352    IMG_9675 (1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: